Valorizzare Muggia coi colori dei fiori

Il porticciolo di Muggia è uno dei suoi punti di forza. Nelle giornate di sole una passeggiata lungo il mare subito dietro il centro della città è quasi un obbligo.

A partire dal 2018 il porticciolo e’ stato addobbato con tanti coloratissimi fiori, fioriere e vasi, per tutta la stagione turistica, con le creazioni gestite esclusivamente dai privati.

Adottare una fioriera: il motto dell’iniziativa

L’idea è nata a Elena Furlani, mujesana doc, che ha avuto la brillante idea di valorizzare il porticciolo facendo leva sulla creatività e la partecipazione dei muggesani stessi e si è presa la briga di coordinare i lavori. Si tratta di uno di quei meravigliosi casi in cui i privati danno il loro meglio per aiutare la comunità ed il turismo. Associazioni, commercianti e cittadini sono stati coinvolti e invitati nel 2018 ad ‘adottare una fioriera’ per la stagione estiva. Il che significava prepararla e prendersene cura durante tutto il periodo.

fiori sul mandracchio

La nascita del progetto

Ma tutto nasce ancora prima, a partire da dicembre 2017 quando il GAL Carso, su mandato del Comune di Muggia, ha iniziato un prezioso percorso di sostegno alle aziende muggesane che si occupano di turismo. La metodologia messa in campo dal GAL Carso, mutuata dalla Theory U del Mit di Boston, ha voluto far focalizzare i privati prima di tutto su quello che potevano fare da soli.

Ovvero, la domanda per i muggesani è stata: cosa possiamo fare senza l’aiuto degli enti e dei fondi pubblici?

A questa domanda, in una delle interviste, hanno risposto sei aziende proponendo sei progetti per aiutare il turismo muggesano. Tra questi, c’era appunto anche Elena Furlani. Elena, imprenditrice e anima di una delle compagnie del carnevale muggesano, ha proposto di ispirarsi ai paesini tirolesi col loro noto amore per il proprio territorio che si manifesta tra balconi e gerani.

L’idea è piaciuta molto e si è dimostrata realizzabile fin dal 2018. Elena e il GAL Carso hanno messo in circolo questa idea nel gruppo di aziende che si occupano di turismo a Muggia. Elena inoltre ha coinvolto una ventina tra associazioni e compagnie carnevalesche, oltre alle imprese come i ristoratori che hanno sede in porticciolo e ai residenti del porticciolo stessi.

Il GAL e il Comune di Muggia hanno fatto la loro parte, tra le difficoltà della burocrazia, per fare in maniera la manifestazione battezzata ‘Infioriamo il porticciolo’ potesse partire fin dal 2018 e così è stato, con grande apprezzamento dei cittadini e dei turisti che hanno avuto modo di ammirarli.

Ora l’edizione 2019 sta per partire e potrai seguire gli aggiornamenti in diretta sulla pagina Facebook dell’iniziativa Infioriamo il Porticciolo e contattare Elena sulla pagina per adottare anche tu una fioriera!