Scopri Muggia scegliendo tra le 10 attività scelte per te!

Grazie al connubio tra arte e natura, cultura e mare, Muggia offre numerose possibilità per trascorrere una o più giornate alla sua scoperta. Abbiamo raccolto per voi le 10 migliori cose da fare per  scoprire questo meraviglioso borgo affacciato sul mare.
Scarica La guida delle Cose da fare a Muggia

1. Tour dei colli muggesani in e-bike e bicicletta: se amate lo sport e la natura, Muggia fa certamente per voi. Grazie alla sua posizione, la città si trova in una zona ideale per i giri in bicicletta alla scoperta di paesaggi mozzafiato tra mare e collina. Ci sono infatti vari percorsi ciclabili che partono dal centro della città o dalle sue immediate vicinanze. Oltre ai percorsi in bicicletta, sono disponibili anche le e-bike (bici elettriche) a noleggio presso l’info point. Leggi di più su come partire coi percorsi in bicicletta!

2. Sabati Muggesani: la città offre numerose tappe di interesse storico o naturalistico e da Giugno a Settembre nell’ultimo sabato del mese gli operatori locali propongono visite guidate ed attività culturali presso alcuni dei siti più interessanti di Muggia. Potrai trovare e partecipare alle attività in programma nella pagina dei Sabati Muggesani.

sabato a Muggia

3. Trekking sui colli muggesani: grazie al mare ed alle colline che contornano la città, Muggia è una meta ideale per chi ama il trekking e le passeggiate all’aria aperta. Partendo da Muggia potrai scegliere tra numerosi sentieri di diversa natura e difficoltà da fare da solo o in compagnia. I sentieri sono ben segnalati e potrai trovare maggiori indicazioni sulle opzioni disponibili alla pagina dei sentieri sul nostro sito

Trekking a Muggia

4. Passeggiata per il centro storico di Muggia con cena di pesce: visitare Muggia è un’esperienza molto rilassante e interessante. Il giro può cominciare nel cuore della città, da Piazza Marconi dove si può vedere il Duomo e il palazzo del Municipio,  per poi continuare perdendosi nei calli di stile veneziano. Salendo per le stradine della città si arriva al castello. E la visita non può che concludersi in uno dei ristoranti di pesce per un pasto golosissimo. Se vuoi il percorso completo visita la pagina “Passeggiata a Muggia“.

Tour archeologico

5. Visita a Muggia Vecchia e al suo Santuario: a 170 metri sul livello del mare, sulla sommità dell’ampia spianata delimitata da ripide scarpate su tre lati, sorge il sito abitato fin dalla protostoria, quando l’altura fu terrazzata e cinta dalle grandi mura del castelliere. Divenne poi un insediamento in epoca romana, e un abitato fiorente nel medioevo. Qui sorge la Basilica di Santa Maria Assunta che fin dall’alto medioevo fu il centro della vita della zona. Da segnalare gli affascinanti affreschi al suo interno, recentemente restaurati.

6. Muggia e gli scavi archeologici: le origini di Muggia risalgono alla preistoria ed il Castelliere di Elleri ed il Parco Archeologico sono una tappa fondamentale in città. Il Castelliere sorge sul monte Castellier sulla sommità di Santa Barbara, sul confine italo-sloveno. Tra i resti ritrovati in sua prossimità spicca una stele dedicata al dio Mithra, una divinità cara alle truppe romane e il cui culto era riservato solo agli iniziati. La stele e i reperti rinvenuti nel Castelliere e nella vicina Necropoli di Santa Barbara sono visibili presso il Museo Archeologico. Inoltre a Muggia si trova il Parco Archeologico di Muggia Vecchia che raccoglie le rovine dell’antico Castrum Muglae, l’insediamento abitativo originario di Muggia. In questo parco sono visibili i resti delle cinte murarie, delle abitazioni, degli assi stradali e delle porte urbiche dell’antico abitato medievale. Leggi di più sull’itinerario muggesano.

Via Flavia

7. Visita ai produttori locali: nella zona collinosa di Muggia possiamo trovare numerosi produttori locali di olio e vino. In particolare è tipica di questa zona la Bianchera-Belica, una varietà di olivo autoctona dell’area Carsica-Istriana-Dalmata, tra i cui produttori ricordiamo l’azienda Fior Rosso posta sul confine tra Muggia e San Dorligo della Valle. Il vino tipico di queste zone è invece la Malvasia istriana, da cui si produce un vino bianco dal sapore fresco e dissetante. Tra i produttori l’azienda Lenardon, l’azienda Scheriani e la Vigna de Mar. Particolarmente interessante è che venendo a Muggia è possibile contattare i produttori per visitare le loro aziende. Leggi di più sui produttori locali.

Produttori Locali a Muggia

8. Alpe Adria Trail: tra i sentieri che partono o raggiungono Muggia questo è forse il più conosciuto. Si tratta di un sentiero di 750 km che partendo dal Großglockner arriva a Muggia toccando diverse località rurali di Austria, Slovenia e Italia. Si tratta di un percorso da fare a piedi, organizzato in 43 tappe omogenee, in bassa montagna con dislivelli minimi. Lungo il percorso è possibile sperimentare la cucina tipica delle tre regioni e l’arrivo a Muggia con la vista sul mare è una delle tappe più emozionanti. Se sei interessato leggi alla pagina dei sentieri.

Partenze trekking

9. Dal Mare col Delfino Verde prima di un tuffo: partendo da Trieste è possibile arrivare a Muggia via mare con il Delfino Verde, la motonave che ogni giorno parte dalla stazione marittima in centro a Trieste per arrivare sul molo di Muggia. Arrivare col Delfino Verde è un’esperienza unica in quanto la vista sulla cittadina, sul suo colle e sul litorale è mozzafiato. Scesi a Muggia si può scegliere se andare in città a fare una passeggiata o recarsi sul lungomare per un tuffo rinfrescante. Scopri le spiagge di Muggia.

10. Visita a Porto San Rocco: Questa marina di recente costruzione è situata in una posizione ideale per partire con le crociere lungo le coste italiane, slovene e croate, ma offre un punto di partenza per un entroterra variegato, ricco di bellezze culturali, naturali ed eccellenze enogastronomiche. Il porticciolo è veramente delizioso con barche grandi e piccole che lo affollano ordinatamente. Da qui è possibile anche ammirare Trieste mentre si passeggia tranquilli lungo la costa.